menù

Taormina da vedere: la città più glam della Sicilia

Taormina è uno dei primi nomi che viene in mente quando si pensa alla Sicilia, non potrebbe essere altrimenti, parlando di una delle città più belle e più glam dell’isola.

La città è famosa in tutto il mondo per il suo Teatro Antico, un anfiteatro risalente al III secolo a.C., e per le rovine di epoca greco-romana che già nell’Ottocento ne fecero la meta preferita da scrittori e artisti come Goethe e Houel, e di nobili stranieri.

Sede dello storico Taormina Film Festival, Taormina è una delle mete turistiche più prestigiose di tutta la Sicilia; e l’Isola Bella, insieme alla spiaggia che la incornicia, è probabilmente una delle mete più famose d’Italia. Ma Taormina ha anche un fascino decisamente glamour, che ha radici antiche.

Deve gran parte della sua fortuna a Lady Florence Trevelyan, che, stregata dalla bellezza di questo promontorio sulla costa orientale della Sicilia, nell’800 acquistò l’Isola Bella, le vecchie casupole di pescatori, e gran parte dei terreni intorno. Nel giro di qualche anno trasformò un piccolo borgo nel luogo di culto delle grandi personalità europee.

La piccola città siciliana si trovò ad accogliere sovrani come Edoardo VII, il Kaiser Guglielmo e lo Zar Nicola I, e insieme i più grandi esponenti della cultura e della letteratura europea dell’epoca. Nella prima metà del Novecento fu la destinazione turistica preferita delle star del cinema muto, degli scrittori e dei musicisti dell’età del jazz; e così negli anni ‘50 divenne uno dei luoghi delle dolcevita per eccellenza.

Sempre negli anni ‘50 venne creato il Taormina Film Festival, uno dei film fest più vecchi d’Europa, che fece della Sicilia uno dei centri del cinema del dopoguerra portando sulla sua costa, tra gli altri Greta Garbo, Romy Schneider e Ava Gardner.

Oggi Taormina vede il suo fascino inalterato: potete respirarlo passeggiando per la piazza, sedendo ai tavolini di uno dei caffé storici, e ammirando lo stesso panorama che ha incantato Goethe, il re d’Inghilterra e la Garbo.

Share on Facebook0Tweet about this on TwitterPin on Pinterest0Share on Google+0Email this to someone